ORTO COMUNITARIO SCURELLE


L’agricoltura come crescita consapevole

Il progetto è un’occasione importante per piantare il seme dell’integrazione, della condivisone, dell’accettazione di persone le cui potenzialità non sempre trovano un terreno fertile su cui svilupparsi,


Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di un orto della comunità, in cui i partecipanti possano sperimentarsi: chi deve “crescere” consapevole, chi deve acquisire capacità lavorative propedeutiche al mondo lavoro, chi deve attivarsi o riattivarsi, chi vuole mettersi in gioco per la comunità a seguito di figli o nipoti. L’obiettivo finale è, per tutti i soggetti partecipanti, integrarsi, conoscersi, lavorare assieme, ognuno mettendoci le proprie competenze, le proprie capacità e volontà.

L’opportunità di far partecipare gli alunni della scuola dell’infanzia e della scuola primaria e gli utenti del centro socio educativo di Torcegno, è un’occasione importante per piantare il seme dell’integrazione, della condivisone, dell’accettazione di persone le cui potenzialità non sempre trovano un terreno fertile su cui svilupparsi, e delle cui capacità comunemente non si ha consapevolezza. L’attività in campo fornisce la possibilità a tutti di partecipare attivamente alla realizzazione di un progetto che è reale, palpabile, visibile, colorato, profumato ed ha pure un sapore. La scelta degli ortaggi, la cura degli stessi e il raccolto sono incentivi per trasmettere i principi alla base di una corretta alimentazione.

Ci si propone di sostituire al concetto di sfruttamento del suolo quello di “amore per la terra” nell’ottica della sostenibilità ambientale dell’attività agricola e di un maggior rispetto dell’ambiente. Per raggiungere questo obiettivo si porrà attenzione alla conservazione e all’utilizzo, a partire dal secondo anno, dei semi autoprodotti e pratiche agronomiche, ad esempio il sovescio, per fertilizzare la terra in maniera naturale.




altri servizi dell'area C.R.E.A.